ACCESSIBILITA'      FAQ     MAPPA DEL SITO      PRIVACY

 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
  • Palazzo Chiablese
  • Sacra di San Michele
  • Area Archeologica di Industria
  • Castellamonte
  • Avigliana
  • Torino - Chiesa Paleocristiana di San Secondo
  • Cascata di Fondo in Valchiusella
  • Torino
  • Ivrea
  • Pecetto Torinese

  + 39 011.5220411        +39 011.4361484        Piazza S. Giovanni 2, 10122 Torino       sabap-to@beniculturali.it        mbac-sabap-to@mailcert.beniculturali.it

Preistoria e protostoria in ambiente montano: scoperte e ricerca territoriale, tutela e valorizzazione

Vota questo articolo
(0 Voti)
 
 
La scoperta di Ötzi, il celebre uomo dei ghiacci, presenta molti elementi legati al caso e alla fortuna: gli escursionisti che l’hanno visto, un rifugio non lontano, il recupero in pochi giorni.
Ma quanti altri contesti e ritrovamenti in ambiente montano sono stati sottostimati o persi? Come riconoscere resti archeologici in montagna e come intervenire in maniera corretta?
In montagna - intendendo non solo ambienti d’alta quota, ma tutti i contesti su sommità e su versante, dalle Alpi agli Appennini e ai monti di Sicilia e Sardegna - la scarsa potenza delle stratigrafie, la difficile accessibilità, la rara frequentazione umana, le dinamiche ambientali di conservazione dei siti, caratterizzano la ricerca archeologica di contesti pre-protostorici rispetto a quella di altri ambienti. Le attività di valorizzazione e conservazione devono cercare di rendere visibili scoperte poco accessibili e di difficile tutela.
La presentazione di differenti esperienze, sia connesse a ritrovamenti occasionali che a campagne di ricerca pluriennali, contribuirà allo scambio di aggiornate metodologie di ricerca e di analisi.
L’incontro intende quindi portare l’attenzione su diversi aspetti e problemi dei contesti pre-protostorici in ambiente montano:
- identificazione dei contesti e metodologia
- ritrovamenti e ricerche
- conservazione e valorizzazione
 
Il Museo Nazionale della Montagna si trova al Monte dei Cappuccini, un’altura che domina il centro storico di Torino, al di là di Piazza Vittorio Veneto e il Po, sopra la chiesa della Gran Madre. 
http://www.museomontagna.org
Piazzale Monte dei Cappuccini 7, tel. 011.66.04.104
Per raggiungere il Museo:
- dalla stazione FS Porta Susa, linee 13 o 56, da piazza XVIII Dicembre a piazza Gran Madre
- dalla stazione FS Porta Nuova, linea 61, da via Nizza a fermata Gran Madre
Dalla piazza Gran Madre per salire al Monte dei Cappuccini, il monastero cinquecentesco che ospita il Museo: a sud della chiesa della Gran Madre (a destra se guardane la facciata della chiesa dalla forma che imita il Pantheon, dando le spalle al Po), prendete via Bonsignore, girate a sinistra in via Gioannetti e risalite, finché al termine della strada a destra dove prendete la Salita al CAI Torino.
Il Museo ed il Monte dei Cappuccini sono indicati con cartelli sulla strada.
 
 
Segreteria organizzativa / Organizational secretary
Gabriele Berruti
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
 
 
 
 
© 2018 SABAP-TO - applicazione web e design Gianluca Di Bella - System Integrator Calzia